Mangiare biologico, cosa significa?

La produzione biologica è un sistema globale di gestione dell’azienda agricola e di produzione agroalimentare basato sull’interazione tra le migliori pratiche ambientali, un alto livello di biodiversità, la salvaguardia delle risorse naturali, l’applicazione di criteri rigorosi in materia di benessere degli animali e una produzione confacente alle preferenze di taluni consumatori per prodotti ottenuti con sostanze e procedimenti naturali.  (Fonte: Reg. CE n. 834/07)

Recita così il regolamento n. 834/07 del Consiglio relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici. Ma cosa vuol dire mangiare biologico? In primo luogo, significa cibarsi in modo sano, infatti, i cibi biologici sono coltivati e prodotti senza l’aggiunta di pesticidi, additivi e concimi chimici. L’assenza di queste sostanze deve riguardare tutte le fasi del ciclo di produzione agricola, non soltanto la coltivazione. Per questo motivo è di fondamentale importanza la stagionalità, di fatti, i prodotti biologici sono ottenuti grazie all’attenzione ai cicli naturali dei terreni e dei ritmi della natura. Scegliere prodotti biologici ha effetti positivi non soltanto sulla propria salute, ma altresì sull’ambiente.

Cos’è l’agricoltura biologica?

L’agricoltura biologica è un metodo di produzione agricola che segue determinate regole, ad esempio esclude l’utilizzo di prodotti chimici di sintesi (fertilizzanti, diserbanti, insetticidi). È un’agricoltura di tipo estensivo, cioè significa che si inserisce nei processi naturali in modo compatibile rispettando l’ambiente, per garantire anche la salute sia degli agricoltori sia dei consumatori. Inoltre, richiede la massima attenzione alla salvaguardi dei cicli naturali, al benessere e rispetto delle esigenze degli animali e delle piante e all’equilibrio tra essi. Logicamente, anche l’alimentazione degli animali dev’essere a base di prodotti biologici, finalizzata a una produzione di alta qualità e una vita migliore per l’animale stesso.

Perché mangiare biologico è importante?

Prima di tutto, mangiare biologico è importante per la propria salute, mens sana in corpore sano. La scelta del biologico è importante non soltanto per se stessi, ma per l’ambiente e il pianeta. Lo sfruttamento indiscriminato e intensivo del bestiame e le tecniche di coltivazione basate sull’utlizzo di sostanze chimiche rischiavano di compromettere l’equilibrio della natura e di conseguenza anche dell’uomo.

Come riconoscere i cibi biologici?

Grazie ai regolamenti dell’Unione Europea, non è difficile riconoscere i prodotti biologici quando si fa la spesa. Bisogna controllare l’apposita etichetta “Allevamento Biologico/Regime di controllo CEE o Agricoltura Biologica”. Possiamo verificare il loro ciclo produttivo tramite le informazioni della tracciabilità del prodotto come la data di raccolta, di produzione (o macellazione), la provenienza, l’ente certificatore, codice dell’azienda e partita del prodotto.

Infine, mangiare biologico è sinonimo di sano in quanto ricco di principi attivi vitali, rinforza il metabolismo e le difese, previene il deposito di tossine chimiche nel corpo, stimola la rigenerazione di organi e tessuti e ha un effetto protettivo, ricostruente e anti-age.

In fondo, siamo quello che mangiamo.

Aggiungi Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Le voci con il simbolo * sono obbligatorie


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.agricolasigi.it/home/wp-content/plugins/yikes-inc-easy-mailchimp-extender/public/classes/checkbox-integrations.php on line 118

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.