Visciole al Sole

visciole

Il Frutto

Pochi sanno che il ciliegio deriva da due specie: il dolce ( Prunus Avium ) e l'acido ( Prunus Cerasus ), di quest'ultima specie fanno parte l'Amarena, la Marasca e la Visciola. Il ciliegio Visciolo è da secoli diffuso nel territorio del Montefeltro, forse portato dagli immigrati dell'est venuti nella nostra zona dopo la famosa peste del 1300 che decimò molta forza lavoro nel zone dei feudi delle Marche. La pianta spontanea si presenta sotto forma quasi arbustosa, le foglie sono piccole a goccia allungata e di colore verde scuro; il frutto si presenta rosso scuro in fase di maturazione anche sulla polpa interna con il nocciolo amaro e ricco di tannino.

visciole

La Lavorazione

Il frutto della visciola, ben maturo, viene lavato e asciugato. Successivamente viene inserito nei vasi che vengono riempiti di zucchero secondo i dosaggi della ricetta. I vasi chiusi vengono posti al sole su tavole di legno per 38-45 giorni. In questo periodo il sole provvede alla disidratazione lenta dei piccoli frutti e allo scioglimento dello zucchero, aiutato dalla manualità dell'uomo che muove diligentemente i vasi ogni due giorni durante tutto questo periodo. Si forma così lo sciroppo naturale che è anche il liquido di governo delle visciole disidratate. E' un prodotto unico non solo per la particolare lavorazione ma anche perchè lo sciroppo che si forma è fatto solo del suo stesso succo, senza acqua.

visciole al sole Visciole Al Sole

Prodotto ricavato dalla naturale disidratazione del frutto intero, lasciato a macerare al sole nel proprio succo. Di consistenza fluida, ma che denota la presenza integra del frutto, dona all’olfatto un intenso e persistente profumo di sottobosco. Il sapore si palesa con note intense che ricordano i frutti rossi maturi, con un leggero retrogusto tannico. Si presta alla preparazione di cocktail, miscelato con spumanti e vini bianchi o nella preparazione di dessert a base di ricotta calda o crema pasticcera.